orsanoIl castello di Orsano, nel comune di Sellano, sorge sul pendio orientale del monte Purano, al confine tra il territorio di Spoleto e quello di Foligno. La torre di vedetta era visibile fino a qualche anno fa. Dal cartulario di Sassovivo risulta che fu curtis longobarda. Nel 1198, cacciato Corrado di Urslingen, Spoleto si affrettò a impadronirsi di questo castello. Federico Il ne confermò il possesso a Spoleto nel 1241. Il possesso fu definitivamente stabilito dal cardinale Capocci. Il nome pare derivargli (Minervio) dalla Famiglia Orsini (v.), nobili fino dal tempo longobardo, padroni anche di Torre Orsina (v.), che ne divennero signori nel 1436 con Pietrangelo Orsini. Ma il castello aveva già questo nome o simile da molto tempo prima: Orzano, Urlano. La sua storia è complessa e interessante, specie in relazione alla complessità dei contenuti degli statuti che si diede la comunità a partire dal 1540. Nel 1600 c’erano nel castello trecento abitanti, ridotti a 260 un secolo dopo. Durante la repubblica e l’impero francese (1798-1814), nella zona imperversarono gli insorgenti e i briganti, che li seguivano. Nel 1814 Orsano riebbe il suo comune, con un sindaco. Nel 1861, non raggiungendo i 2.000 abitanti, fu soppresso e aggregato a quello di Sellano.

Nella sezione “I luoghi dell’anima” potete trovare informazioni sulla Chiesa di Santa Maria Assunta e sulla Chiesa di Santa Maria o San Vincenzo Ferrer